Se utilizzate solo una parte di una parola per la ricerca, inserire una * dopo l'ultima lettera. (Esempio: Neuro *)

Loading Search Results...

Nessun risultato per questo termine di ricerca.

Le nostre domande frequenti forniscono nozioni di base e risposte comprensibili sull’ANQ e le sue misurazioni della qualità. Le seguenti riguardano il rilevamento dei dati e l’allestimento dei set di dati nel settore della psichiatria.

FAQ

  • Dove trovo istruzioni dettagliate per l’allestimento dei set di dati?
    Il <a href="https://www.anq.ch/wp-content/uploads/2018/02/ANQ_Moduli_23_Manuale-dati.pdf" target="_blank" rel="noopener">manuale sui dati</a> contiene tutte le spiegazioni sul formato, la sequenza delle variabili, la codificazione, la denominazione, la commutazione in formato CSV e la trasmissione. Le tabelle Excel per l’immissione dei dati sono invece disponibili alla <a href="https://www.anq.ch/it/settori/riabilitazione/download-riabilitazione/" target="_blank" rel="noopener">voce Immissione dei dati 2018</a>.
  • Quali dati dei pazienti devono essere contenuti nei file per un determinato termine di fornitura?
    I set devono contenere i dati di tutti i pazienti dimessi nel corso del periodo definito per il rilevamento. Per questi dati devono dunque essere disponibili set di dati completi della statistica UST, dati dei moduli 2 e 3, e dati CIRS. Devono inoltre essere trasmessi anche i dati concernenti i mancati rilevamenti e tutti i dati dei pazienti con una dispensa approvata o per i quali è stata svolta una misurazione alternativa.
  • Quale valutazione occorre attuare per quale tipo di riabilitazione?
    Tipo riab. <strong>1</strong> = muscolo-scheletrica: OP/RO e FIM® <strong>o</strong> EBI
    Tipo riab. <strong>2</strong> = neurologica: OP/RO e FIM® <strong>o</strong> EBI
    Tipo riab. <strong>3</strong> = cardiologica: test del cammino <strong>o</strong> test ergometrico e MacNewHeart
    Tipo riab. <strong>4</strong> = pneumologica: test del cammino e termometro Feeling e CRQ (solo con diagnosi pneumologica: BPCO I-IV)
    Tipo riab. <strong>5</strong> = altra riabilitazione: OP/RO e FIM® <strong>o</strong> EBI

    Il tipo di <strong>riabilitazione 5 (altra riabilitazione)</strong> comprende le riabilitazioni geriatrica, internistica e oncologica, paraplegiologica, psicosomatica e pediatrica. Per questi pazienti, è possibile utilizzare la FIM® o l’EBI. Ogni clinica decide autonomamente quale strumento utilizzare per tutti i pazienti con il tipo di riabilitazione 5.
    <strong>Eccezione:</strong> presentando una richiesta di dispensa e previo riscontro in tal senso dell’ANQ, per singoli gruppi di indicazioni del tipo di riabilitazione 5 si può procedere a una modifica dello strumento da utilizzare. Se una clinica non presenta alcuna richiesta di dispensa, rispettivamente le è stata rifiutata, gli strumenti menzionati del modulo 2 vanno utilizzati per tutti i casi del tipo di riabilitazione 5.
    Il tipo e il settore di riabilitazione devono essere indicati correttamente in ogni set di dati (vedi documento <a href="http://www.swissreha.com/aktuelles/medienmitteilungen/archiv-2013/h-grundsatzpapier-defreha-version-10.php" target="_blank" rel="noopener">«DefReha» H+, versione 1.0</a>).
  • Il numero di identificazione del caso deve essere inserito in tutti i file?
    Sì, il numero di identificazione del caso deve apparire in tutte le righe, ossia per ogni paziente e nel rispettivo sondaggio.
  • A che cosa bisogna prestare attenzione con il set di dati MB?
    Il file MB per le misurazioni dell’ANQ corrisponde alla riga MB del set di dati UST già presente nella vostra clinica. Al momento di preparare il file MB per il piano di misurazione dell’ANQ, per ogni paziente occorre indicare il numero di identificazione del caso nella casella 51 e il numero di identificazione del paziente nella casella 52. In totale, il file MB comprende 52 caselle per ogni paziente. Vi preghiamo di allestire <strong>una</strong> sola riga per paziente.
  • A che cosa bisogna prestare attenzione con il set di dati ZU?
    Al momento di preparare il file ZU, per ogni paziente occorre indicare il numero di identificazione del caso nella casella 2. In totale, il file ZU comprende diciotto caselle. Vi preghiamo di allestire <strong>una</strong> sola riga per paziente.
  • A che cosa bisogna prestare attenzione con i set di dati M2 ed M3?
    Al momento di preparare il file M2 o M3, occorre indicare il numero di identificazione del caso nella casella 2. Per ogni paziente servono <strong>due</strong> righe di dati, una per le misurazioni al momento dell’ammissione e l’altra per quelle al momento della dimissione.
    In totale, al momento il file M2 comprende 60 caselle, il file M3 82. L’indicazione del tipo e del settore di riabilitazione è obbligatoria.
  • Come vengono documentati i mancati rilevamenti, le rinunce alla misurazione e le interruzioni delle misurazioni?
    Si parla di mancato rilevamento (<em>drop-out</em>) quando un paziente lascia improvvisamente la clinica in seguito a un’interruzione imprevista della cura (trasferimento superiore alle 24 ore in un ospedale acuto, decesso, dimissione anticipata su richiesta del paziente). Il caso viene chiuso e gestito come <em>drop-out</em>, in quanto la misurazione ANQ non può essere completata. Ciò va documentato all’inizio della riga di dati M2 o M3 indicando la data e i motivi del mancato rilevamento.
    In caso di <em>drop-out</em>, non vengono immessi dati per i test effettuati in quel periodo, il che significa che tutte le altre caselle delle righe M2 ed M3 restano vuote.
    Se un test<strong> non può essere svolto</strong>, occorre indicarlo direttamente nei questionari per i pazienti (termometro Feeling, CRQ, MacNew Heart) e al momento dei test delle prestazioni (del cammino ed ergometrico). I motivi vengono riportati nelle ultime due caselle del rispettivo test, insieme alla data del test (o, in questo caso, della rinuncia al test). Tutte le altre caselle restano vuote.
    Per i test delle prestazioni (test del cammino, test ergometrico), nei rispettivi moduli è inoltre prevista l’indicazione dei motivi dell’interruzione (come mai il test viene concluso, risp. interrotto). Questa indicazione è obbligatoria per il test ergometrico. Per quello del cammino, occorre riportare il motivo dell’interruzione solo se la durata non ha raggiunto i sei minuti.

    &nbsp;
  • Che cosa succede in caso di trasferimento o di ritorno in un ospedale acuto?
    Se un paziente esce dalla riabilitazione stazionaria (dimissione d’urgenza, trasferimento superiore alle 24 ore in un ospedale acuto), il caso per la misurazione ANQ viene chiuso e gestito come un <em>drop-out</em>.
    Se poi il paziente fa ritorno nella riabilitazione stazionaria, occorre aprire un nuovo caso, svolgere le misurazioni al momento dell’ammissione e alla fine della degenza quelle al momento della dimissione.
  • Come vanno indicati singoli valori mancanti all’interno di un test?
    Nei questionari per i pazienti (MacNew Heart e CRQ), singoli valori mancanti vanno segnalati con un «9», nel termometro Feeling con un «999».
    Lo «0» non deve invece essere utilizzato in questo caso, perché in alcune valutazioni rappresenta un valore valido, il che provocherebbe divergenze nell’analisi. Nei questionari per il personale di cura (FIM®, EBI, obiettivo principale/raggiungimento degli obiettivi) e nei test delle prestazioni (del cammino ed ergometrico) non sono previsti valori mancanti, dato che si parte dal presupposto che il questionario o il test venga compilato o svolto per intero. Se ciò nonostante dovessero mancare singoli valori, vi preghiamo di lasciare semplicemente vuote queste caselle.
  • Come devono essere documentati l’obiettivo principale e il raggiungimento degli obiettivi (modulo 2)?
    Al momento di rilevare l’obiettivo principale e il raggiungimento degli obiettivi, devono essere riportate diverse indicazioni sull’ammissione e sulla dimissione. Le indicazioni sull’obiettivo principale riguardano esclusivamente l’ammissione, quelle sul raggiungimento degli obiettivi esclusivamente la dimissione del paziente. Le indicazioni concernenti l’obiettivo principale devono dunque essere riportate nella riga prevista per l’ammissione nella clinica, quelle sul raggiungimento degli obiettivi nella riga riguardante la dimissione. Vi preghiamo di non riportare mai le indicazioni sull’obiettivo principale e sul raggiungimento degli obiettivi nella stessa riga, perché riguardano momenti differenti della misurazione.
    Maggiori informazioni: <a href="https://www.anq.ch/wp-content/uploads/2018/02/ANQ_Modulo_2_Documentazione-obiettivo_OP_RO.pdf" target="_blank" rel="noopener">spiegazioni sul rilevamento e la documentazione dell’obiettivo principale e del raggiungimento degli obiettivi</a>
  • Quanti file devono essere creati per ogni paziente?
    In totale, devono esserci tre set di dati per ogni paziente: il file MB, il file M2 o il file M3 secondo il tipo di riabilitazione, e il file ZU.
  • Quali dati non vengono inviati all’ANQ, rispettivamente all’istituto di analisi (Charité)?
    Invitiamo tutte le cliniche a non inviarci con il file MB la data di nascita e il codice anonimo di collegamento. Queste informazioni devono essere assolutamente cancellate prima dell’invio dei set di dati.
  • Come devono essere inviati i set di dati all’ANQ, rispettivamente all’istituto di analisi (Charité)?
    I singoli set di dati devono essere commutati in formato CSV dagli informatici delle cliniche prima dell’invio, e poi spediti alla Charité per posta (CD-ROM) o per e-mail in un archivio zip protetto da password.
    Per la cifratura dei set di dati, va sempre utilizzata la password ANQ inviata dalla Charité ai responsabili del progetto in seno alle cliniche. Se non doveste essere in possesso di questa password, vi invitiamo a contattare direttamente la Charité. Qui trovate le rispettive <a href="https://www.anq.ch/it/settori/riabilitazione/informazioni-misurazioni-riabilitazione/misurazioni-specifiche-per-settore/" target="_blank" rel="noopener">persone di contatto</a>.

GLOSSARIO ANQChiudi

GLOSSARIO ANQ Vai al glossario completo